Quando un bambino:

  • mostra eccessiva lentezza nella lettura,
  • confonde spesso delle lettere,
  • fa fatica a comprendere quello che legge e a copiare dalla lavagna,
  • la sua scrittura risulta scarsamente leggibile,
  • ha difficoltà a gestire lo spazio del foglio,
  • nello scrivere tralascia delle lettere e commette molti errori ortografici,
  • non riesce a memorizzare le tabelline, confonde i segni aritmetici.
  • non sa a contare all’indietro

…allora è possibile che abbia una difficoltà nell’apprendimento.

Se si sospetta che il proprio figlio abbia una difficoltà di apprendimento o se la scuola lo segnala, è importante sottoporlo ad una valutazione diagnostica, al fine di poter aiutare nel modo corretto il bambino, evitando ricadute emotive importanti.

Si effettua quindi una valutazione logopedica, al fine di identificare la presenza o meno di un Disturbo Specifico di Apprendimento (dislessia, disortografia, disgrafia e discalculia) o di un Disturbo di Apprendimento non specifico (correlato a patologie come il ritardo mentale, l’autismo ad alto funzionamento, i disturbi d’ansia…).

La valutazione logopedica prevede una serie di incontri per conoscere la storia del bambino e sottoporlo a test standardizzati che indagano le competenze linguistiche (comprensione e produzione), le abilità curriculari (lettura, ortografia, grafia e calcolo) e le relative abilità prassiche e percettive. Al termine della valutazione logopedica si effettuerà un colloquio con i genitori, per condividere i risultati emersi, cioè sia i deficit che le potenzialità, e per esporre le eventuali proposte di intervento.

Il trattamento logopedico prevede sedute individuali, volte a lavorare sulle funzioni deficitarie, promuovendone lo sviluppo, sul potenziamento delle abilità possedute, sull’insegnamento di strategie facilitanti e sull’utilizzo di strumenti compensativi/dispensativi, nell’ambito degli apprendimenti scolastici. Per ottenere un risultato proficuo resta comunque fondamentale la collaborazione, oltre che dell’equipe multidisciplinare, dei familiari e della scuola.